Musique sep Théâtre sep Expos sep Cinéma sep Lecture sep Bien Vivre
  Galerie Photos sep Nos Podcasts sep Twitch
 
recherche
recherche
Activer la recherche avancée
Accueil
 
puce puce
puce Colapesce
Interview (versione italiana)  (Enoteca italiana CiaoGnari, Paris)  vendredi 16 septembre 2016

"Colapesce, l'avvenire dell'Italia" è questo il titolo di un articolo di Le Monde di un anno fa.

E da un anno Colapesce, il cantautore siciliano Lorenzo Urciullo, ne ha fatta di strada. Due album dai nomi dissacranti, Un meraviglioso declino e un neologismo que è il manfiesto di una denuncia della società dello spettacolo, Egomostro, un tour col fumettista, musicista e amico Alessandro Baronciani in nome del loro Concerto Disegnato. Musica, immagini e cinquantadue date concluse a Berlino e Parigi.

Incontriamo Lorenzo, dopo il live da CiaoGnari e tra un sorriso e un bicchiere di vino discutiamo di musica, influenze, degli italiani e delle distanze...

Raccontaci del tour di Concerto Disegnato. Com'è inziato tutto ?

Lorenzo Urciullo : La prima esperienza è stata per un tour nei teatri occupati della Sicilia, quasi 3 anni fa. Lo spettacolo non era così strutturato, era un esperimento, senza neanche una scaletta.

Con Alessandro eravamo già amici ma in quell'occasione abbiamo legato di più e qualche mese dopo abbiamo deciso di scrivere un libro dal titotlo "La Distanza" uscito per Bao Publishing, un editore italiano di graphic novel che ci ha proposto un contratto. Il libro è andato molto bene, é stato un piccolo caso editoriale in Italia.

Com'è nato La Distanza ?

Lorenzo Urciullo : Alessandro ha realizzato i disegni e io ho scritto la storia. Avevo già delle idee che poi abbiamo sviluppato insieme. E' un tipo di scrittura diversa da quella dei testi e per me era la prima volta. E' stato un esperimento che é andato bene e ci ha convinti a proporre questo concerto disegnato. All'inizio prevedevamo soltanto 20 date poi l'interesse è aumentato e siamo arrivati a 52 date.

Ieri a Berlino, stasera a Parigi. Come mai questa scelta di suonare all'estero? Cosa cambia rispetto ad un live in Italia ?

Lorenzo Urciullo : Il tour sarebbe dovuto finire prima dell'estate ma abbiamo ricevuto la proposte di altre date di cui due all'estero. Abbiamo avuto un pubblico numeroso sia a Berlino che qui stasera a Parigi. Le differenze rispetto all'Italia sono sicuramente riguardo i locali : in Italia abbiamo suonato in spazi più grandi, come teatri ad esempio, mentre all'estero siamo stati in posti più piccoli.

Durante Concerto Disegnato suoni anche pezzi di Un Meraviglioso Declino. Quali sono stati i cambiamenti che hanno portato alla realizzazione di Egomostro ?

Lorenzo Urciullo : Sono due album completamente diversi . La produzione di Egomostro ha un arrangiamento più elettronico, con i fiati, un'atmosfera a tratti caricaturale a partire dalla copertina. Egomostro è una sorta di concept album sull'ego. Ho lavorato molto sui testi, che sono abbastanza pesanti, e la scrittura di Egomostro ha vari livelli di lettura, diciamo che si può leggere a più strati.

Maledetti Italiani ha un video particolare in cui un bambino con vari strumenti di tortura fa a pezzi foto di illustri personaggi italiani, dalla politica, alla cultura, allo spettacolo, alla tv spazzatura. E' una critica all'attuale situazione italiana ?

Lorenzo Urciullo : E' semplicemente un pezzo sugli italiani. Non volevo creare nessuna polemica. I maledetti italiani siamo tutti, anch'io, nessuno escluso. C'è di tutto, dalla mia foto a quella di Barbara d'Urso. E' la rappresentazione di un atteggiamento, quello dell'italiano medio.

Hai collaborato con molti artisti e in veste di produttore incontri molti altri musicisti. C'è qualcuno con cui ti piacerebbe collaborare ?

Lorenzo Urciullo : Battiato ! Sono un suo fan da quando avevo dieci anni e mi piacerebbe moltissimo lavorare con lui. Da poco sto facendo l'autore per altri quindi mi piacerebbe collaborare in questa direzione con autori che stimo. Ultimamente ho collaborato l'ultimo singolo di Raphael Gualazzi (L'estate di John Wayne, ndr), che é andato molto bene in Italia. Credo sia ancora primo in classifica, è stata una bellissima esperienza. Altri sono ancora in fase di conferma...

Cosa influenza la tua musica ?

Lorenzo Urciullo : Entrambi gli album hanno suggestioni tratte da film, libri, cibi, luoghi, sono una sorta di sintesi di ciò che mi piace. In un pezzo puoi trovare Bufalino (Gesualdo, ndr) e l'affresco il Trionfo della morte. La sfida era creare dei pezzi leggeri che contengono dei piccoli mondi all'interno.

Froggy's Delight ha intervistato e fatto sessioni live con Calibro 35, Be Forest, JoyCut ed altri italiani. La musica italiana inizia a girare di più all'estero. Cosa ne pensi ? C'è qualche artista che segui particolarmente ?

Lorenzo Urciullo : E' un periodo positivo per la musica italiana. E' bella quest'idea di esportare la nostra musica, sebbene l'Italia non sia un paese grandissimo. Un gruppo che mi piace tantissimo è Iosonouncane, Jacopo (Incani, ndr), con cui siamo anche amici. E' lui il mio autore preferito al momento.

Grazie mille per la tua disponibilità.

Lorenzo Urciullo : Grazie a voi. Ciao !

 

A lire aussi sur Froggy's Delight :

L'interview de Colapesce (vendredi 16 septembre 2016)

En savoir plus :
Le site officiel de Colapesce
Le Soundcloud de Colapesce
Le Facebook de Colapesce

Crédits photos : Mirko Bosio


Paola Simeone         
deco
Nouveau Actualités Voir aussi Contact
deco
decodeco
• A lire aussi sur Froggy's Delight :


# 27 novembre 2022 : Fraîcheur de vivre

Le froid pointe le bout de son nez, les guirlandes sont de sortie (mais couper votre box internet surtout hein...) mais il reste la culture pour se réchauffer et se réconforter. C'est parti pour le programme de la semaine.

Du côté de la musique :
"Alpha zulu" de Phoenix
"Born in chaos" de Absurd Heroes
"Le monde d'après" de ALT (Alix Logiaco Trio)
"Le ciel est partout" de Blaubird
"Gainsbourg" de Brussels Jazz Orchestra & Camille Bertault
"Se taire et écouter" de Daniel Jea
"Constellation" de David Bressat
"The cage and the crown : chapter 1" de Headkeyz
"Promenade oblique" l'émission à écouter signée Listen In Bed
"Deep marks" de Mind Affect
"Chant contre champ" de Naudin
"Karma police" de Théo Cormier
et toujours :
"Awoken songs" de Pas de Printemps pour Marnie
"Léon" de Ottis Coeur
"Bach : The Six Cello Suites" de Michiaki Ueno
"Original Soundtracks" la nouvelle émission à écouter de Listen In Bed
"Scriabine - Rimsky Korsakov" de Jean Philippe Collard
"Tiempo" de Irina Gonzalez
"Mass" de Gliz
"Elisabeth Jacquet de La Guerre : Judith & Sémélé" de  Ensemble Amarillis, Héloïse Gaillard & Maïlys de Villoutreys
"Sheng : Oeuvres pour choeur et orgue de Grégoire Rolland" de Choeur de Chambre Dulci Jubilo, Christopher Gibert & Thomas Ospital
"Trompe la mort" de Bazar Bellamy
"Tokoto" de Bancal Chéri
"Duo Solo" de Astig Siranossian

Au théâtre :

les nouveautés de la semaine :
"Prenez garde à son petit couteau" au Monfort Théâtre
"Deux amis" au Théâtre du Rond-Point
"Ruy Blas" au Théâtre des Béliers Parisiens
"Playlist Politique" au Théâtre de la Bastille
"Nuit" au Théâtre des Quartiers d'Ivry
"Depois do silêncio (Après le silence)" au Centquatre
"Sfumato, l'art d'effacer les contours" au Théâtre Dunois
"Je me souviens le ciel est loin la terre aussi" au Monfort Théâtre
"Histoire(s) de baiser(s)" au Lavoir Moderne Parisien
"Avril Enchanté" au Théâtre Le Guichet-Montparnasse
"La Cérémonie" au Théâtre Le Funambule-Montmartre
"Perte" à La Piccola Scala
les reprises :
"Cirque Le Roux - La Nuit du Cerf" au Théâtre Le 13ème Art
"La nuit juste avant les forêts" au Théâtre de la Boutonnière
et les autres spectacles à l'affiche

Expositions :

"Ossip Zadkine - Une vie d'ateliers" au Musée Zadkine
et les autres expositions à l'affiche

Cinéma :

en streaming gratuit :
"La Disparition des lucioles" de Sébastien Pilote
"La Grande noirceur" de Maxime Giroux
"Ema" de Pablo Larraín
"Home" de Franka Potente
"Un père" de Marine Colomiès
"Dark waters de Todd Haynes
"Backroom - Drogue mortelle" de Rosa von Praunheim
en salle un film restauré :
"Un petit cas de conscience" de Marie-Claude Treilhou

Lecture avec :

"L'histoire de l'hiver qui ne voulait jamais finir" de Shane Jones
"Black Bird" de James Keene & Hillel Levin
et toujours une sélection spéciale Histoire :
"Le livre noir de vladimir poutine" de Galia Ackerman et Stéphane Courtois
"l'armée française, 2 siècles d'engagement" de Jean Lopez
"Espions en révolution" de Joël Richard Paul

"La guerre du désert" de Benoit Rondeau
"Russie, révolution et guerre civile (1917-1921) de Antony Beevor
"Le noir et le brun" de Jean Christophe Buisson
"Images de France" de Léonard Dauphant
"Hitler et Churchill" de Andrew Roberts

Et toute la semaine des émissions en direct et en replay sur notre chaine TWITCH

Bonne lecture, bonne culture, et à la semaine prochaine.

           
twitch.com/froggysdelight | www.tasteofindie.com   bleu rouge vert métal
 
© froggy's delight 2008
Recherche Avancée Fermer la fenêtre
Rechercher
par mots clés :
Titres  Chroniques
  0 résultat(s) trouvé(s)

Album=Concert=Interview=Oldies but Goodies= Livre=Dossier=Spectacle=Film=